12 June 2016

Giuliomaria Garbellotto

2° domenica di iJunes
Pranzo e Concerto di ..

Giuliomaria Garbellotto

Pranzo 13.00 – Concerto 15.00
€20,00 – Info/RSVP 320 9616302

Giuliomaria Garbellotto nasce a Valdagno (Vi) il 9/5/1980. Cresce nella vicina Schio, dove già alla giovanissima età di tre anni e mezzo comincia gli studi propedeutici alla musica, nonché flauto dolce, all’Istituto Civico Musicale. Continua poi con i corsi di pianoforte del Prof. Maioli fino al 1993.

Più o meno in concomitanza con l’interruzione degli studi classici avviene l’incontro con la chitarra, più precisamente una Fender Telecaster del 1974, custodita gelosamente dal padre nascosta in un armadio. Ed è così che nasce la sua passione per il blues, il rock e qualsiasi cosa potesse essere suonata con sei corde.


Negli anni successivi calca quasi tutti i palchi della zona con vari gruppi musicali, in particolar modo con la band hard rock Griv. Con questa formazione incide nel settembre 2003 una demo di 8 pezzi inediti.

Successivamente comincia ad esplorare anche altri strumenti (tromba, basso, batteria), dei quali tra l’altro è collezionista. A Venezia comincia la collaborazione con il gruppo The Groovers Big Band, che propone classici del funk e funk-rock degli ultimi trent’anni, con Giuliomaria a fare da frontman, alla chitarra e alla voce. Con questa formazione gira alcuni dei palchi più importanti del Veneto, tra i quali il palco grande di Piazza San Marco durante il Carnevale 2007.

Tra il 2000 ed il 2006 scrive le musiche per gli spettacoli del regista Pier Paolo Comini, per il quale spesso calca le scene come musicista di scena/attore. Tra il 2005 e il 2008 compone musiche originali per videogiochi, collaborando con il forum Slipangle.it

Nell’estate del 2010 firma la soundtrack per il documentario sull’East African Safari Classic, diretto da Marcus Baronet, e trasmesso in tutte le televisioni tematiche del mondo. Sempre nel 2009 fonda gli Skip System, band reggae-funky con la quale vengono per la prima volta suonati alcuni pezzi da lui creati negli ultimi anni. Le canzoni spaziano dal reggae al folk, dal pop al rock, e pongono le basi per il disco Queen with no crown, uscito nel 2011, per il quale fonda i suoi the Beta Project.

Nel 2013 vince con la band il primo premio al Fontigo Brand New, e il premio speciale della critica al SottoToni. E’ inoltre finalista, come cantautore, al prestigioso Festival di Botticino.
Nel 2014 è semifinalista al Premio Poggio Bustone, e finalista al Senza Etichetta presieduto dal Maestro Mogol. Inoltre raggiunge le semifinali dello Sziget Home Festival con i Beta ProjectG